strenna 20062019-01-07T22:48:38+00:00

…CASTELLO E’ SEGRETO

STRENNA 2006

PRESENTAZIONE

E …la STRENNA continua: siamo infatti arrivati al sesto appuntamento annuale.

Quest’anno le principali novità sono costituite dagli argomenti e da alcuni nuovi collaboratori; è stata confermata la veste grafica e la suddivisione degli articoli per sezioni.

Abbiamo quindi per LA NOSTRA STORIA l’intervento di Moroni Marco con Non solo organetti. La produzione di pipe di radica a Castelfidardo e nelle Marche del primo Novecento, Biondini Renato con W il duce LL il duce. Il fascismo a Castelfidardo attraverso i documenti, Morroni Massimo con Quando gli osimani volevano distruggere Castello.

Tra i PERSONAGGI Bislani e Cesaroni Marino ci parlano rispettivamente dell’Album d’oro Cittadini onorari e benemeriti e della manifestazione del 14 maggio 200: Le civiche benemerenze; invece Egidi Luciano ci descrive San Vittore patrono di Osimo e di Castelfidardo.

Per gli argomenti di ARTE, CULTURA e POESIA abbiamo il contributo di Cesetti Eriberto con Regaliamo una piazza alla città. Monumento alla Banda dell’Arma dei Carabinieri, Baldassarri Tiziano con L’albergo ristorante Italia e il Liberty a Castelfidardo, Samanta Pediconi con La chiesa di San Benedetto; la giovanissima Veronica Argentati ci descrive in versi Una giornata a Castello ed infine un nuovo lavoro dell’Istituto Comprensivo Soprani con L’economia di Castelfidardo oggi e ieri.

Nell’ALBUM DEI RICORDI ritroviamo Bislani Renzo con La scuola di avviamento (FOTO), Bugiolacchi Paolo Sull’onda dei ricordi. Gli occhiali ed il nuovo lavoro dell’Istituto Comprensivo Mazzini con Un tuffo nel passato.

Nella sezione ATTUALITÀ proponiamo Le interviste a Brillarelli (l’alluvione, Padre Andrea (la consacrazione religiosa), Bugari (il teatro), Cesaroni (I consigli comunali Castello e Osimo) di Bislani Renzo e L’anno 2006 di Cesaroni Marino.

Nella rubrica degli EVENTI parliamo de’ Il circolo Toniolo con Marino Cesaroni L’apertura, Don Carnevale ci racconta la figura di Giuseppe Toniolo ed infine Don Bruno Bottaluscio ci riassume La storia. A questo proposito preannunciamo che è nostra intenzione realizzare, assieme ai giovani frequentatori del circolo, un quaderno interamente dedicato al Circolo, alle sue vicissitudini, ai suoi personaggi con numerose testimonianze e foto.

In chiusura proponiamo alcune notizie su l’Arsoficina di Capotondo Alberto ed Il CSSF di Baldassarri Tiziano.

Ovviamente non possono mancare i saluti augurali del nostro primo cittadino Mirco Soprani e di Don Bruno Bottaluscio.

SOMMARIO

TIZIANO BALDASSARRI
MIRKO SOPRANI
Don BRUNO BOTTALUSCIO
Presentazione ed auguri
MARCO MORONI Non solo organetti. La produzione di pipe di radica a Castelfidardo e nelle Marche del primo Novecento
RENATO BIONDINI VIVA il duce ABBASSO il duce. Il fascismo a Castelfidardo attraverso i documenti
MASSIMO  MORRONI Quando gli osimani volevano distruggere Castello
MARINO CESARONI 25 aprile 2004. Sessant’anni or sono l’eccidio dei fratelli Brancondi.
Interventi di T. Marotta, M. Cesaroni, M.C. Schiavoni, V. Paolini, C. Cumani
RENZO BISLANI Album d’oro Cittadini onorari e benemeriti
MARINO CESARONI 14 maggio 2006. Le civiche benemerenze
LUCIANO EGIDI San Vittore patrono di Osimo e di Castelfidardo
ERIBERTO CESETTI Regaliamo una piazza alla città. Monumento alla Banda dell’Arma dei Carabinieri
TIZIANO BALDASSARRI L’albergo ristorante Italia e il Liberty a Castelfidardo
SAMANTHA PEDICONI La chiesa di San Benedetto
VERONICA  ARGENTATI Poesia
IST. COMPRENSIVO SOPRANI L’economia di Castelfidardo oggi e ieri
IST. COMPRENSIVO MAZZINI Un tuffo nel passato
RENZO BISLANI La scuola di avviamento (FOTO)
PAOLO BUGIOLACCHI Sull’onda dei ricordi. Gli occhiali
RENZO BISLANI Le interviste:
Brillarelli (l’alluvione),
Padre Andrea (la consacrazione religiosa)
Bugari   (il teatro)
Cesaroni (I consigli comunali Castello e Osimo)
MARINO CESARONI L’anno 2006
MARINO CESARONI L’apertura del circolo Toniolo
GIUSEPPE CARNEVALE Toniolo
BRUNO BOTTALUSCIO La storia del circolo Toniolo
ALBERTO CAPOTONDO Arsoficina
TIZIANO BALDASSARRI Il Centro Studi Storici Fidardensi